arriva il 2012! auguri da ristrutturandocasa.com

è quasi arrivato, inesorabile e puntuale, il 2012. Come è stato il vostro 2011? Il nostro, quello di ristrutturandocasa, potremmo dire di piacevole scoperta. Stiamo crescendo nei numeri e negli utenti, nei commenti, nel tempo di visita … insomma siamo felici.

E per questo desideriamo ringraziare chi ci segue, gli utenti in primo luogo, ma anche le aziende che si sono fidate di noi: Vimar, Glass Idromassaggio, Rossi Stucchi, Copia d’Arte, Roca, il Saie, Arma, Palazzetti, Fassa Bortolo, Expo Edilizia e tanti altri.

Domani arriverà ma oggi abbiamo già fatto tanto. Auguri!

La domotica nelle ristrutturazioni: Vimar un’eccellenza italiana.

la domotica di vimarSolitamente le immagini ricorrenti che si associamo a dei lavori di ristrutturazione raffigurano prodotti per le costruzioni come il cemento e la calce, le piastrelle e le vernici, dimenticando  una delle componenti fondamentali che renderà la nostra abitazione fruibile, confortevole ed  a misura d’uomo: l’impianto elettrico o meglio la componente “elettronica” della nostra casa (visti gli sviluppi tecnologici del settore).

la domotica di vimarOggi quindi, più di prima, è facile parlare di “domotica. Che coasa è la domotica? Wikipedia la definisce come “la scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa e più in generale negli ambienti antropizzati. Il termine domotica deriva dal latino domus che significa “casa”. Questa area fortemente interdisciplinare richiede l’apporto di molte tecnologie e professionalità, tra le quali ingegneria edile, automazione, elettrotecnica, elettronica, telecomunicazioni ed informatica.” (http://it.wikipedia.org/wiki/Domotica).

Vi presentiamo quindi uno degli interventi di domotica più interessanti realizzato dall’Arch. Francesco Santoni presso la residenza privata nelle colline toscane di Arezzo. La residenza presenta un nucleo originario risalente al XVIII secolo e comprensivo di una dependance ristrutturata. Lo stile minimalista degli arredi si accompagna con la raffinatezza della costruzione per ambienti che, grazie all’intervento realizzato ritrovano l’originale splendore unitamente con il confort della tecnologia moderna.

Il confort, parola chiave dell’intervento realizzato, si esprime nella scelta di un sistema domotico., il By-me di Vimar, in grado di rendere gli ambienti confortevoli ed eleganti allo stesso tempo. Il sistema assicura il controllo totale dell’illuminazione, delle finestre oscuranti, della videocitofonia in modo semplice, veoloce ed intuitivo. Tutte le funzioni possono essere richiamate da un touch screen da 4,3 pollici, che controlla anche il funzionamento dei punti luminosi. Dal touch – screen si possono scegliere diverse preinpostazioni come la modalità “presentazione” che attiva le luci focalizzate sulle diverse opere d’arte presenti all’interno della villa, la modalità “luce diffusa” utilizzata per i momenti di quotidianità in veranda, oppure la modalità “passaggio” che illumina i corridoi.

Per informazioni più dettagliate sulla domotica: www.vimar.eu

Naked Collection by Glass Idromassaggio

vasca idromassaggio Naked Glass vasche idromassaggio: nuovo anno, nuovi prodotti …. meglio cominciare bene!

Nasce la collezione Naked, di vasche firmate Giopato & Coombes.

Le vasche Naked, preziose ed originali, sono veri e propri oggetti d’arredamento, in grado di integrarsi con i gusti del Vasca idromssaggiocliente grazie ad un’ampia gamma di colorazioni disponibili, e di soddisfare le esigenze di designer e adetti ai lavori.

Un carattere forte e innovativo, un design pulito che cela una tecnologia d’idromassaggio all’avanguardia, con top e telaio integrati. Il sistema Naked si integra poi con mensole, portasciugamani, contenitori e moduli in grado di sfruttare lo spazio e coniugare l’estetica, la funzionalità e il benessere offerto dalla tecnologia dell’idromassaggio.

La collezione Naked offre un’ampia scelta di finiture: dai to in cristallo alle pannellature legno. Il design diventa quindi multiforme, in grado di riscaldare l’ambiente con colori accattivanti che permettono di realizzare accostamenti inediti, senza dimenticare il fine: interpretare e vivere il benessere!

Naked – dettagli tecnici

Dimensioni: 1800×880 mm
Materiale: acrilico
Versioni: freestanding, ad angolo, a muro
Accessori: portasciugamani, deck, contenitore, mensole, rubinetteria, luce,
Vasca pannellata: sistema whirlpool, sistema airpool, sistema whirlpool-airpool
Colori Telaio: bianco segnale, grigio ferro, grigio seta
Colori Vasca: bianco lucido, bianco opaco, nero opaco.
Top Cristallo: bianco, grigio, grigio polvere, grigio ferro, nero intenso, marrone grigiastro, marrone cioccolata, grigio seta, verde oliva, verde maggio, verde muschio, verde pallido, turchese pastello, giallo scopa, arancio rossastro, rosso arancio chiaro, rosso oriente, rosso vino, viola rossastro, lilla rossastro, porpora violetto, blu luce, blu acqua, blu distante, blu cobalto, blu grigiastro.
Design Giopato & Coombes

visita il sito Glass Idromassaggio

 

La bioedilizia: legno vs cemento, chi vince?

Casa in legnosocial housing, ovvero l’edilizia sociale, come si possono coniugare strutture in legno con le necessità dell’edilizia sociale (popolare)? In realtà il legno è da sempre riconosciuto come un ottimo isolate, un grande materiale per costruzioni in grado di creare strutture flessibili, un materiale che consente alti livelli di risparmio energetico, speditezza e certezza nei tempi, maggior resistenza al fuoco, miglior isolamento acustico, salubrità e antisismicità.

Già antisismicità, i giapponesi che con i terremoti sono ormai abituati a lottare, conosco l’utilizzo del legno contro i terremoto i la caratteristica di resistere a sollecitazioni impressionanti.

Ma allora come mai in Italia il 99,9% delle costruzioni sono in cemento armato? Nel mondo (nei paesi scandinavi per esempio, per non andare troppo lontano ed arrivare agli States) il legno è molto usato e case totalmente in legno non sono una novità. In Italia norme antiquate, probabilmente superate in questi giorni dal decreto Monti (modifica comma 2 dell’articolo 52 della legge n. 380 6 giugno 2001), impedivano la costruzione di abitazioni in legno di altezza superiori ai 4 piani.

Se poi si pensa alla salubrità che un edificio in legno può avere rispetto all’utilizzo di cemento armato e muratura il paragone non ha rivali. Siamo forse di fronte ad una nuova era nell’edilizia abitativa? Speriamo, basterebbe forse un po’ più di attenzione verso la bioedilizia, meno cemento armato (o meglio usarlo dove serve) e una maggiore attenzione alla salute dell’uomo.

Chi vincerà?