Microcemento, rivestimenti e pavimenti per la casa e non solo.

Pavimento in microcemento

Pavimento in microcemento

Una tendenza molto forte spinge da diversi anni l’uso del microcemento in campo sia civile sia industriale. Un materiale che unisce innovazione e modernità, due aggettivi che descrivono solo in parte le eccellenti caratteristiche di progettazione per ambienti eleganti ed esclusivi.

Il cemento è un materiale di per sé molto freddo, pesante ed esteticamente poco gradevole, ma con l’aggiunta d’ingredienti e additivi chimici può essere trasformato in un prodotto eccellente chiamato “microcemento”.

Il microcemento porta vantaggi economici e specialistici di grande interesse, è disponibile in varietà grafiche di grande impatto estetico, colori e forme per ogni esigenza di design, è possibile combinarlo con qualsiasi materiale rinnovando velocemente spazi aperti, abitazioni e addirittura grandi piazze con stili architettonici particolari.

Nelle abitazioni è consigliato per rinnovare le pavimentazioni e ottenere delle superfici lisce e senza fughe in ogni camera della casa o per dare un tocco personale ai soliti ambienti.

Oltre all’impiego in edilizia privata, il microcemento è un ottimo investimento in progetti residenziali e pubblici. Grazie all’elevatissima resistenza del rivestimento ottenuto, si consegue una riduzione dei costi destinati alla cura e alla manutenzione. La capacità di assorbire senza subire danni grandi affluenze di pubblico e calpestio sostenuto fa preferire le pavimentazioni in microcemento ai classici pavimenti piastrellati.

La realizzazione delle superfici prevede tempi brevi, non c’è necessità di smantellare i vecchi pavimenti e la posa in opera non presenta particolare difficoltà, naturalmente è consigliabile far eseguire il lavoro da personale specializzato rivolgendoci alle tante aziende presenti sul mercato.

Per conoscere in modo approfondito le tante soluzioni d’impiego possiamo cercare qualche notizia in Internet, idee e suggerimenti non mancano e soprattutto, i siti d’interesse sono ricchi d’immagini dei tanti lavori svolti. Digitiamo nel campo di ricerca “microcemento” e avremo solo l’imbarazzo della scelta.

Se abbiamo dubbi o incertezze, rivolgiamoci direttamente ai produttori chiedendo informazioni e preventivi, saranno felici di soddisfare le nostre curiosità.

Pavimenti esterni: differenza tra porfido e granito

pavimenti in porfido

Pavimentazione in porfido

Forse vi siete chiesti che differenza c’è  tra questi due materiali resistentissimi e belli entrambi da vedere e forse vi siete chiesti quale sia il più adatto all’uso che dovete farne. Qui di seguito troverete le differenze essenziali.

Il granito e una roccia che si genera dalla cristallizzazione e raffreddamento del magma fuso. Praticamente quando il magma può arrivare in superficie e subire un brusco cambiamento di temperatura oppure solidificarsi lentamente sotto la superficie terrestre permettendo la graduale formazione di cristalli che possono essere riportati in superficie per mezzo di fenomeni atmosferici che consumano la copertura oppure a causa di movimenti della crosta terrestre. Questo secondo caso è quello che forma il granito in cui cristalli appaiono di colorazione bianca o grigiastra.

Il porfido invece è sempre una pietra vulcanica e allo stesso modo, del granito, è il materiale ideale nella costruzione di superfici dure.

La pietra porfido nasce dal raffreddamento di strati in superficie orizzontali e verticali di lava vulcanica che gli attribuisce caratteristiche molto dure, ideali nella pavimentazione o altri usi nell’ambito dell’edilizia.

Questo materiale è stato usato da moltissimo tempo, le strade dell’antico impero romano sono costruite in porfido testimoniando l’eccellente durata di questa pietra.

I pavimenti in pietra, infatti, sia per uso interno o esterno privato o pubblico, sono molto popolari e convenienti perché oltre a conferire un aspetto caldo e piacevole all’ambiente, non è per niente un materiale delicato, pertanto non richiede praticamente manutenzione ed offre una superficie antiscivolo che non si rovina quando del petrolio o altro cade su di essa.

Forse non esiste altro materiale così bello e durevole. La sua applicazione si estende alla costruzione di pareti o passaggi pedonali, passi carrai i o party caratteristiche per il vostro giardino.

Angoli e spigoli per una cornice a luce diffusa

Utili, veloci, facili da montare, già pronti… in molti ci chiedono come fare un angolo per una cornice per luce diffusa. Il modo normale è realizzarli a mano, con un seghetto e una dima per il taglio a 45 gradi. Il modo veloce è comprarli già realizzati, angoli o spigoli che siano, pronti all’uso.

Serve solo del collante per il montaggio, non è necessario fare tagli, stuccare, ritoccare. Una novità che proponiamo sempre perché la decorazione non deve essere solo dei professionisti. Noi siamo per “il fai da te”, per la creatività, per quelli che si sporcano le mani e ottengo splendidi risultati. Vuoi mettere la soddisfazione di aver creato una decorazione da solo? Buon lavoro…

cornici luce diffusa

angoli e spigoli per cornici luce diffusa