Quali sono i vari tipi di cemento? portland, pozzolanico, d’altoforno, da presa rapida, bianco…

Il cemento prima dell'impasto

Il cemento prima dell’ impasto

Il cento è sempre uguale?

Portland, pozzolanico, d’altoforno, a presa rapida, bianco, il cemento è uno dei leganti più versatili esistenti in edilizia e probabilmente il più usato per le sue caratteristiche di resistenza meccanica ed al tempo. Basti pensare che quando si vogliono indicare abitazioni costruite in luoghi poco adatti per motivi idrogeologici o paesaggistici si parla di “cementificazione”.

Il cemento è quindi uno dei leganti maggiormente conosciuto ed usato in edilizia, il cemento armato e alla base dell’edilizia moderna, ma molto spesso si confondono i vari tipi di cemento esistenti in commercio e per questo abbiamo deciso di creare questa pagina per spiegare a chi si avvicina a questo modo, in modo semplice e speriamo non banale, quali sono i vari tipi di cemento.

Innanzi tutto la prima distinzione da fare è quella tra cementi naturali e cementi artificiali. I primi sono ottenuti da rocce di origine sedimentare (dette marne) costituite prevalentemente da argilla, calcaree e ossido di ferro. I cementi artificiali si ottengono invece dalla scelta di silcie, alluminia e ossido di ferro secondo quantitativi prestabiliti.

Le miscele di roccia naturali o artificiali vengono cotte ad alta temperatura producendo un prodotto che in gergo si chiama Clinker che successivamente viene macinato per ottenere granuli di diversa consistenza.  Relativamente ai cementi artificiali, molto spesso in commercio, si sottolinea che l’utilizzo all’interno di prodotti derivanti da lavorazioni industriali non ne garantisce a volte la stessa resistenza meccanica, oltre ad essere potenzialmente pericolosa. Per questo nella bioedilizia si richiede l’utilizzo di pietre naturali.

Il cemento portland

si tratta probabilmente del cemento in assoluto più conosciuto. Viene ottenuto dalla macinazione di clinker composti di silicati idraulici di calcio, con l’aggiunta di gesso e anidrite (solfato di calcio) che viene dosata secondo le quantità necessarie per regolare il processo di idratazione. E’ normalmente usato nella preparazione del calcestruzzo, ovvero la malta tipica per la realizzazione delle strutture portanti di case e palazzi. In questo caso il cemento viene unito a due inerti: la sabbia e la ghiaia.

Il cemento a presa rapida

Il cemento a presa rapida si utilizza nei casi in cui il processo di presa deve essere molto veloce, ovvero tutti i casi in cui non si ha per esempio la possibilità di allestire una struttura provvisoria di sostegno e si deve invece contare sul rapido indurimento del legante. Nella pratica l’accortezza principale a cui bisogna sempre attenersi è la rapidità di utilizzo, evitando di  evitare la formazione di grumi mescolando con cura il legante con l’acqua.

Il cemento pozzolanico

Questo tipo di cemento è ottenuto dalla miscela di clinker di pozzolana o altro materiale con lo stesso comportamento, che vengono uniti, per regolarizzare il processo di presa e idratazione, con gesso e anidrite carbonica. Da dove viene il termine “pozzolana”? Da Pozzuoli, località ricca di questo materiale utilizzato fin dall’antichità per produrre malte.

Il cemento di altoforno

E’ il cemento ottenuto da una miscela omogenea di clincker portland e loppa basica granulata d’altoforno, gesso e anidrite carbonica. La loppa d’altoforno è un sottoprodotto della lavorazione della ghisa che viene miscelato con gli altri materiali.

Il cemento composito

I cementi compositi sono delle miscele di clinker, loppa d’altoforno e pozzolana. In genere da questo tipo di miscele si ottengono delle malta e dei calcestruzzi adatti ad ambienti aggressivi, come nel caso di presenza di salsedine.

Secondo la EN/197-1 sono cinque i tipi di cemento in commercio:

  • Cem I Cemento Portland
  • Cem II Cemento Portland composito
  • Cem III Cemento d’altoforno
  • Cem IV Cemento pozzolanico
  • Cem V Cemento composito

Per approfondire: Università di Bergamo, I cementi comuni e la norma EN 197, Prof. Luigi Coppola. Insomma, siete pronti per costruire il vostro primo muro? 🙂

 

 

Info su Ristrutturando_casa

la passione per le ristrutturazioni e la decorazione d’interni, il design e l’architettura.

Questa voce è stata pubblicata in ristrutturare la casa, ristrutturazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Quali sono i vari tipi di cemento? portland, pozzolanico, d’altoforno, da presa rapida, bianco…

  1. Ottima guida ai vari tipi di cemento. Veramente eccezionale. L’ho messo tra i miei post preferiti.

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *