È obbligatorio allegare l’Ape al contratto d’affitto?

certificazione energetica

Dal 2014 un contratto d’affitto senza la dichiarazione dell’avvenuta consegna all inquilino dell’APE non è più annullabile. La legge in materia è cambiata molto ed ora non sempre è obbligatorio allegare l’Ape al contratto d’affitto

Ormai si sa, nell’ambito della compravendita o affitto di immobili le leggi cambiano spesso e un contratto che era valido l’anno prima potrebbe aver bisogno di essere modificato l’anno dopo. Oggi è obbligatorio allegare l’APE al contratto di affitto o no? Le normative in tema di certificazione energetica non si curavano molto dei contratti d’affitto fino al 2012, il 2013 ha invece portato con sè diverse novità. La locazione si è trovata d’improvviso a dover fare anch’essa i conti con la certificazione energetica, con esiti non sempre positivi.

Secondo alcuni questa maggiore burocratizzazione dei contratti di locazione ha appesantito un po le trattative che sono solite essere molto più rapide di quelle di compravendita immobiliare. Ecco che si è deciso di permettere una sorta di eccezione che alleggerisce l’obbligo di allegare l’APE per gli affitti.

Quando scatta obbligo dell’Ape?

Oggi l’APE non è in realtà obbligatorio per i contratti di locazione e affitto di singole unità immobiliari. Basterà inserire una clausola nel contratto in cui l’affittuario dichiara di aver ricevuto la documentazione relativa alla certificazione energetica dell’edificio.

Da notare poi che la sanzione di nullità sancita dalla Legge 90 del 3 agosto 2013 per i contratti senza l’APE (Attestato di prestazione energetica) allegato o privi di clausola di dichiarazione di consegna dell’APE oggi non sussiste più. Infatti dopo entrata in vigore del D.L. “Destinazione Italia”, non è più dichiarabile come nullo il contratto di affitto privo di clausola di dichiarazione di consegna dell’Attestato di Prestazione Energetica all’inquilino e delle informazioni sulla prestazione energetica dell’immobile.

Salta ovviamente anche l’obbligo di allegare l’APE al contratto di locazione in sede di

È obbligatorio allegare l’Ape al contratto d’affitto?

Dal 2014 un contratto d’affitto senza la dichiarazione dell’avvenuta consegna all inquilino dell’APE non è più annullabile. La legge in materia è cambiata molto ed ora non sempre è obbligatorio allegare l’Ape al contratto d’affitto

Ormai si sa, nell’ambito della compravendita o affitto di immobili le leggi cambiano spesso e un contratto che era valido l’anno prima potrebbe aver bisogno di essere modificato l’anno dopo. Oggi è obbligatorio allegare l’APE al contratto di affitto o no? Le normative in tema di certificazione energetica non si curavano molto dei contratti d’affitto fino al 2012, il 2013 ha invece portato con sè diverse novità. La locazione si è trovata d’improvviso a dover fare anch’essa i conti con la certificazione energetica, con esiti non sempre positivi.

 

Secondo alcuni questa maggiore burocratizzazione dei contratti di locazione ha appesantito un po le trattative che sono solite essere molto più rapide di quelle di compravendita immobiliare. Ecco che si è deciso di permettere una sorta di eccezione che alleggerisce l’obbligo di allegare l’APE per gli affitti.

Quando scatta obbligo dell’Ape?

Oggi l’APE non è in realtà obbligatorio per i contratti di locazione e affitto di singole unità immobiliari. Basterà inserire una clausola nel contratto in cui l’affittuario dichiara di aver ricevuto la documentazione relativa alla certificazione energetica dell’edificio.

Da notare poi che la sanzione di nullità sancita dalla Legge 90 del 3 agosto 2013 per i contratti senza l’APE (Attestato di prestazione energetica) allegato o privi di clausola di dichiarazione di consegna dell’APE oggi non sussiste più. Infatti dopo entrata in vigore del D.L. “Destinazione Italia”, non è più dichiarabile come nullo il contratto di affitto privo di clausola di dichiarazione di consegna dell’Attestato di Prestazione Energetica all’inquilino e delle informazioni sulla prestazione energetica dell’immobile.

Salta ovviamente anche l’obbligo di allegare l’APE al contratto di locazione in sede di registrazione all’Agenzia delle Entrate – Attenzione però, anche se il contratto di affitto non viene annullato, sia il locatore che il conduttore saranno soggetti al pagamento di una multa se manca della dichiarazione, o se l’Attestato di Prestazione Energetica non viene allegato. La multa può variare da mille a 4 mila euro. Se il contratto ha una durata di 3 anni la multa può essere ridotta a metà ma resta comunque una somma considerevole!.

L’obbligo di allegare l’Ape al contratto d’affitto è rimasto in vigore solo in caso di affitto di interi edifici, oltre che per il trasferimento di proprietà a titolo oneroso, cioè la compravendita.

registrazione all’Agenzia delle Entrate – Attenzione però, anche se il contratto di affitto non viene annullato, sia il locatore che il conduttore saranno soggetti al pagamento di una multa se manca della dichiarazione, o se l’Attestato di Prestazione Energetica non viene allegato. La multa può variare da mille a 4 mila euro. Se il contratto ha una durata di 3 anni la multa può essere ridotta a metà ma resta comunque una somma considerevole!.

L’obbligo di allegare l’Ape al contratto d’affitto è rimasto in vigore solo in caso di affitto di interi edifici, oltre che per il trasferimento di proprietà a titolo oneroso, cioè la compravendita.

Info su Ristrutturando_casa

la passione per le ristrutturazioni e la decorazione d’interni, il design e l’architettura.

Questa voce è stata pubblicata in normativa edilizia, ristrutturare la casa e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *