Coniugare design e funzionalità con i montascale

Il montascale è un impianto realizzato per agevolare la mobilità delle persone che posseggono problemi motori legati principalmente agli arti inferiori. In base alla percentuale di disabilità è possibile scegliere la tipologia del montascale più adatto ad agevolare gli spostamenti della persona.

Esistono diverse tipologie di montascale in vendita, differenti come dimensioni, design, colori e funzionalità, questo per garantire una totale personalizzazione in base alle proprie esigenze abitative e stili di arredo.

Grazie alla tecnologia degli ultimi anni e soprattutto all’attenzione rivolta al design è possibile scegliere un impianto sicuro e pertinente all’arredo già presente nella casa.

L’installazione non comporta nessuna nuova opera muraria, e prevede anche la modalità wireless, che evita il passaggio nel muro di ulteriori canaline soprafilo.

Vediamo le principali tipologie dei montascale

1) Montascale a poltroncina

Questo impianto è l’ideale per chi ha problemi ridotti di mobilità ovvero a chi non utilizza sempre la sedia a rotelle e ha necessità di un ausilio per salire le scale.

Il funzionamento è semplice: 2 barre vengono installate sulla rampa e fissate lungo tutto le scale. A queste guide viene montata la poltroncina che può essere azionata sia tramite una chiave o sia tramite un telecomando con il sistema wireless. Questa tipologia ha un sistema retrattile ovvero la poltroncina si richiude in se stessa quando non è utilizzata, in modo da non ingombrare il vano scala.

Dal punto di vista dell’arredamento e dalla tinta con cui è colorata la parete puoi scegliere sia il rivestimento che il colore di cui è composta la sedia.

Se l’arredo è improntato sullo stile classico puoi scegliere un rivestimento in pelle o eco pelle, con colori tenui che bene si sposano con i tratti salienti della classicità.

Se l’arredamento volge a uno stile moderno o contemporaneo l’ampia gamma dei tessuti di cui è possibile rivestire la sedia ti permette di creare l’abbinamento perfetto con tutti i componenti della stanza.

La stessa attenzione va riservata al sistema di ancoraggio che permette il passaggio della sedia. Questo sistema deve essere realizzato e montato secondo le norme di sicurezza stabilite dalla normativa per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Dal punto di vista dell’arredo è bene abbinare al contempo anche il colore con cui viene realizzato questo sistema.

In particolare se lo stile della poltroncina è sul classico meglio orientarsi su una tonalità tenue che ben si abbina alla classicità.

Se lo stile è invece sul moderno puoi optare per il colore bianco ottico che si congiunge bene alle linee tipiche dell’arredamento contemporaneo. Puoi vedere degli esempi nel catalogo delle poltroncine montascale Ceteco, dove ti puoi fare un’idea sul design e le funzionalità più adatte al tuo caso.

2) Impianto montascale a pedana

Questa tipologia è costituita da una pedana sollevatrice che permette il transito nella rampa di scale alle persone che per muoversi hanno necessità di utilizzare la sedia a rotelle.

Le barre ancorate alla scale guidano la pedana sulla rampa in totale di sicurezza. La persona disabile ha la possibilità di salire sulla pedana in totale autonomia appoggiando sulla spalliera della pedana, lo schienale della sedia a rotelle.

La pedana si può aprire solo nel momento del bisogno, in modo da ridurre l’ingombro nella scala.

Il funzionamento è anche in questo caso molto semplice e prevede l’utilizzo di un telecomando elettrico.

Si installa indifferentemente a destra o a sinistra della scala, che dovrà comunque avere una larghezza tale da consentire lo scorrimento senza pericoli.

Entrambi gli impianti sono realizzati per poter essere montati anche all’esterno dell’abitazione, in mancanza di un accesso alternativo alla scale.

In questo caso il sistema è realizzato con materiali particolari che resistono sia a tutti gli agenti atmosferici e sia alla presenza di escursione termiche più forti.

Le detrazioni per l’acquisto del montascale

L’acquisto di un  montascale rientra nella legge che prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche e come tale è possibile usufruire in sede di dichiarazione dei redditi di una detrazione pari al 50% del costo sostenuto.

Per fruire di questa agevolazione è necessario innanzitutto rivolgersi a una ditta seria e affidabile che vi possa rilasciare una regolare fattura del lavoro svolto e preveda che il pagamento si possa effettuare tramite bonifico.

Questi 2 passaggi sono fondamentali per ottenere la detrazione nel momento della compilazione della dichiarazione dei redditi. Essendo la normativa fiscale in continua evoluzione è doveroso rivolgersi al proprio consulente fiscale prima dell’acquisto dell’ausilio, in modo da poter avere una panoramica più ampia sui requisiti e i documenti necessari da conservare.

Questa voce è stata pubblicata in ristrutturare la casa. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *