Una lampada da parete, o applique, per illuminare la casa

lampada da parete corniceOgni progetto di illuminazione, anche si tratti del posizionamento di solo una lampada da parete, richiede uno schema da seguire minuziosamente. Illuminare una stanza non è un’attività banale e molto spesso si può incorrere in errori, anche banali. Esistono designer che si occupano solo di progetti di illuminazione, studiano il posizionamento e l’intensità della luce prodotta, la stanza e i punti da illuminare in maniera più forte, con una luce diretta e meno forte, utilizzando la luce d’ambiente o diffusa. Insomma si tratta di capire prima come intervenire in un progetto di illuminazione. Ma se siete degli inguaribili del fai da te, se vi piace creare ed essere creativi, allora sicuramente con un minimo di pratica e alcuni approfondimenti riuscirete a illuminare perfettamente la vostra abitazione. Per prima cosa è necessario decidere il posizionamento principale dei mobili: dove andrà il tavolo da pranzo? La scrivania-studio? La poltrona? Deciso questo si può partire, alternando luce diretta in questi punti, ed indiretta nel resto della stanza. Approfondiamo quindi come una lampada da parete o anche appliques può aiutarci e di come posizione e tipologia possono essere determinanti nell’arredamento moderno. Il loro posizionamento varia in base all’arredamento e alla sua dislocazione dei mobili e dei complementi d’arredo a cui dare maggior risalto grazie alla luce. La luce prodotta da una lampada da parete è sicuramente più suggestiva rispetto alla luce dei lampadari da soffitto ed è per questo che generalmente le due si completano a vicenda donando alla stanza un tocco di personalità maggiore. Le  stanze che più adatte al posizionamento di questo tipo di punti luce sono il soggiorno e la camera da letto. In soggiorno si possono posizionare in prossimità del tavolo come luce aggiuntiva ad una lampada da sospensione, per creare un’atmosfera più vivace  e familiare, oppure nelle vicinanze del divano o delle poltrone creando così anche una zona lettura confortevole. Spostandoci nella camera da letto è utilissimo applicarle ai lati del letto matrimoniale. Queste luci tenderanno ad illuminare e ad arredare la stanza. Oppure se vogliamo osare un po’ di più possiamo decidere di utilizzare al posto  di due luci laterali, con un’unica luce formata da una barra a led.

appliques in gesso

appliques in gesso

Le soluzioni sono molteplici ed il mercato ormai ha una risposta per ogni nostra richiesta. Troviamo soluzioni adatte ad ogni tipo di arredamento, dal classico al moderno. I materiali sono lavorati in modo tale da ottimizzare al massimo la fonte di luce. E le forme possono essere a volte dei semplici segmenti, come la barra, ed altre volte la luce da parete può assomigliare ad un oggetto di antiquariato. [grazie barbara]

 

Pubblicazione di Rossi Stucchi – Stucchi, cornici, colonne e rosoni decorativi in gesso.

Appliques in gesso, design ed eleganza per illuminare la casa.

appliques in gesso

Appliques in gesso

Illuminare una stanza non è un operazione semplice. O meglio è semplice se si vuole “semplicemente illuminare”, non banale se invece si l’obiettivo è quello di calibrare la luce, la sua quantità, l’intensità e i colori a seconda del momento e delle necessità.

Un primo aspetto da tenere in considerazione e la tipologia della luce, diretta o indiretta, diffusa o riflessa, e calibrare la tipologia a seconda del punto che si vuole illuminare e dell’utilizzo che faremo di quel luogo della nostra abitazione. Esempio classico: in una cucina alcuni punti avranno bisogno di una luce diretta (il tavolo, la zona sotto cappa, la zona dove si preparano le pietanze) alcuni di un’illuminazione complessiva, generale, o meglio diffusa.

La luce poi può essere calda o fredda, calda se tende alle tonalità del giallo e fredda se tende alle tonalità del bianco. Come scegliere? Potremmo continuare con gli esempi, come nel caso di uno scrittoio, si tende a scegliere luci calde, rilassanti e ideali per la concentrazione e per facilitare la lettura. Nel caso di un negozio ampio, dai soffitti alti una luce fredda migliora la percezione complessiva dell’ambiente.

Come sempre quindi largo spazio alla creatività ed all’ingegno, scegliendo i prodotti giusti. Esistono infatti centinaia di modelli di lampade e plafoniere, sospese o meno, che possono fare al nostro caso. Oggi parliamo di un prodotto che, pur mantenendo invariate le possibilità di personalizzazione garantisce economicità ed eleganza: le appliques in gesso.

Si tratta di applique che normalmente vengono utilizzate a parete come punto luce. Realizzare in gesso (o scagliola) si integrano con la parete stessa (vengono applicate con del collante a base di stucco) e rappresentano una soluzione “integrata” in grado di garantire economicità e design. Il montaggio è molto semplice, si tratta di applicare il collante tra l’applique e la parete, grattando l’intonaco nella parte di presa con una spatola. Successivamente dopo la presa è sufficiente stuccare e tinteggiare con una idropittura il tutto.

Nel vano interno trovano posto diversi sistemi di illuminazione, a libera scelta. Il gesso è un materiale ignifugo, ecocompatibile che non teme il calore. Viene normalmente utilizzato in edilizia per rifinire le pareti (o anche per costruirle come il caso del cartongesso) e per questo garantisce stabilità nel tempo e traspirazione.

Si tratta quindi di una soluzione diversa, che integra nella parete il corpo illuminante, con design moderni e lisci o anche, nel caso di arredamenti classici, decorati. Questo tipo di prodotti è particolarmente utilizzato nel contract ma anche in uffici e appartamenti vista l’economicità del prodotto. Un applique in gesso ha infatti un costo che si aggira tra i 10 e i 35 Euro oltre iva e trasporto (i prezzi sono riferiti alla parte in gesso ed escludono il corpo illuminante normalmente acquistato a parte). Si tratta quindi di una spesa di poco conto che garantisce una durata nel tempo illimitata e soprattutto permette di integrare soluzioni di diverso tipo nel corpo della parete che si vuole illuminare. Perché non provare?

Sistema SEGMENT di Lucifero’s

Sistema di illuminazione modulare a luce a proiezione. Minimalista nella concezione arricchisce l’ambiente di luce e tecnologia per soddisfare le esigenze del comfort quotidiano.

I moduli finiti hanno una lunghezza minima di 608.

mm e massima di 3558 mm. I cablaggi proposti vanno dalla sola luce fluorescente t5 o con nuova tecnologia seamless a proposte di luce mista dove si coniuga ad una luce di superficie ad una luce d’accento data dai fari spot alogeni qr111 o led. Il tutto può essere accessoriato di proiettori opzionali che possono essere applicati in qualsiasi punto del profilo.

Il sistema SEGMENT dal design compatto e minimalista è predisposto per poter integrare alla luce le ultime tecnologie: pannetto touch panel eyeon con funzioni di controllo e comando dell’impianto domotico. dal modulo è possibile gestire le luci, le prese, le temperature, l’irrigazione, le automazioni e gli scenari;
elemento vitrum con funzione di accendi spegni e pulsante normalmente aperto;
modulo audio per la diffusione di musica nell’ambiente.www.luciferos.it