La luce indiretta o diffusa: realizziamola con una cornice in gesso

Le cornici in gesso per luce diffusa sono un modo nuovo e veloce per illuminare gli ambienti e le stanze di un appartamento garantendo al contempo un benefico effetto rilassante.

La differenza fondamentale tra una luce diretta ed una indiretta è dovuta alla caratteristica del corpo illuminante: sei il primo (solitamente un lampadario, un punto luce a vista o un faretto) colpisce direttamente l’occhio, abbagliandolo, nel secondo caso il corpo illuminante è nascosto alla vista e riflette la luce sul soffitto o nel punto desiderato.

Saper dosare bene le luci all’interno di una stanza è quindi fondamentale: la luce indiretta proprio perché riflessa nella maggior parte dei casi riesce ad aumentare lo spazio percepito, con un benefico effetto rilassante grazie al gioco di luci ed ombre. Parallelamente una luce diretta è fondamentale nei punti in cui si svolge la vita della casa: su un tavolo, uno scrittoio vicino ad un divano per la lettura.

Oggi vi presentiamo un prodotto molto interessante: una cornice in gesso per luce diffusa. In questo caso la forma della cornice, solitamente fissata sulla parete ad una distanza di 15/20 centimetri dal soffitto, nasconde il corpo illuminante (neon o led con relativi reattori). La luce vine quindi riflessa sul soffitto e si diffonde per tutta la stanza. Il tutto estremamente facile da fissare (grazie ai collanti) veloce ed economico: il costo della sola cornice in gesso è di circa 12 Euro al metro lineare a cui si deve aggiungere il costo dei tubi fluorescenti …

Cornice luce indiretta diffusa

Stucchi decorativi o cornici in polistirolo? No grazie solo in gesso!

Anche se l’argomento non è di certo nuovo molto spesso ci viene rivolta la seguente domanda: devo decorare una stanza e il negoziante mi ha consigliato di installare delle cornici in polistirolo … ma non sono meglio degli stucchi in gesso? Il web poi è pieno di conversazioni come questa sui forum, dove i professionisti del settore si schierano a favore dell’una o dell’altra fazione. Oppure, capita, visitando i magazzini della grande distribuzione del “fai da te”, d’imbattersi nelle imitazioni di stucchi in polistirolo, con scaffali interi di finti stucchi scintillanti.

Come scegliere allora? La nostra posizione sul tema è abbastanza chiara e la domanda che ci poniamo è semplice: perché comprare una cornice di polistirolo e non in gesso?

Forse perché le cornici in polistirolo durano di più? Sicuramente no. Anzi è vero il contrario, Il gesso è un elemento naturale, ecocompatibile utilizzato per la bioedilizia, indistruttibile. In Italia abbiamo esempi di decorazioni in gesso risalenti al rinascimento …

Forse perché le cornici in polistirolo sono più facili da installare? No, se è vero che è possibile l’installazione anche con del silicone, gli stucchi in polistirolo sono estremamente difficili da stuccare sulle giunture cosa che pregiudica l’effetto finale.

Forse perché gli stucchi in polistirolo sono più economici? Purtroppo no, anzi è forse vero il contrario. Basta guardare il prezzo su internet di un cornice in gesso o di un rosone e confrontarlo con l’omonimo in polistirolo.

Ultimo problema poi, forse il più grande, è facile distinguere una cornice in polistirolo, se non è installata a regola d’arte. L’impressione che si ha è di una cosa palesemente finta, non artistica o pregiata.

Ma allora quando è opportuno utilizzare il polistirolo?

Nella decorazione di facciate esterne. Il gesso infatti non può essere utilizzato all’esterno ed espostoi alle intemperie, il cemento ha dei limiti relativi alla pesantezza. Ben vengano allora tutte le decorazioni in polistirolo o poliuretano, magari rivestite con film di materiali plastici in grado d’integrarsi armonicamente nelle facciate.

Se invece ci si riferisce alla decorazione d’interno è sempre preferibile il gesso, naturale ed indistruttibile. Logicamente, siamo pronti ad ogni smentita!